Il Logo del Comune La nuova Sede Municipale La Basilica Una veduta del Borgo Antico: via Pizzoli Il pozzo della Madonna Villa Venisti
Home > Servizio civile

Servizio civile

logo servizio civile

Sito nazionale e regionale

Progetti

Bando 2017 - Regoliamo gli obiettivi

In attuazione del Bando per la selezione di n. 924 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile nella regione Puglia, pubblicato sui siti serviziocivile.gov.it e serviziocivile.regione.puglia.it, il Comune di Capurso comunica che verrà effettuata una selezione per complessivi n. 6 volontari da impiegare nel progetto di Servizio Civile Nazionale "Regoliamo gli obiettivi" da realizzarsi nella seguente sede:

- Comune di Capurso – Largo San Francesco, per n. 6 volontari di cui 1 riserva per ragazzi/e con disabilità

Sono ammessi a partecipare alla selezione i giovani cittadini, anche stranieri residenti nel territorio italiano e di cui all'art. 3 del bando, che al momento della presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo e non abbiano superato il ventottesimo (28 anni e 364 giorni) anno di età.

La durata del servizio è di 12 mesi, con un impegno settimanale di 30 ore distribuite per 5 giorni; ai volontari sarà corrisposto un rimborso mensile forfettario di € 433,80.

Tutte le informazioni riguardanti gli elementi fondamentali del progetto di Servizio Civile Nazionale, i criteri di selezione e i particolari requisiti richiesti ai volontari sono visionabili nelle schede allegate.

Ulteriori informazioni sul progetto, potranno essere richieste direttamente all’Ufficio Servizi Sociali – in Largo San Francesco – Comune di Capurso, dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00. tel. 080.4551124, email.: f.scarascia@comune.capurso.bari.it

Le domande di ammissione “allegato 2” devono essere redatte secondo le istruzioni riportate nel bando, firmate in originale dal richiedente, corredate da fotocopia di un documento valido di identità e accompagnate dalla scheda "allegato 3" contenente i dati relativi ai titoli.

I ragazzi con disabilità devono indicare la volontà di concorrere per il posto di riserva nell’ “allegato 2”, al punto in cui va riportato il titolo del progetto e la sede di attuazione.

L'istanza di partecipazione alle selezioni deve pervenire, pena esclusione, entro e non oltre le ore 14.00 del 26 giugno 2017.

La domanda può essere presentata alla sede legale dell’Ente: Comune di Capurso, Largo San Francesco – 70010 Capurso (Ba); PEC: comunecapurso@pec.rupar.puglia.it nelle seguenti modalità:

1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) di cui è titolare l’interessato;

2) a mezzo “raccomandata A/R”;

3) a mano.

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale, pena l'esclusione dalla partecipazione al bando.

TUTTE LE COMUNICAZIONI PER I CANDIDATI, RELATIVE AL PRESENTE BANDO, SARANNO PUBBLICATE, CON VALORE DI NOTIFICA, SU QUESTO SITO INTERNET, www.comune.capurso.bari.it, IN HOME PAGE.

BandoBando elencoElenco Enti e progetti DomanadaAmmissioneDomanda di ammissione DichiarazioneDichiarazione progettoAbstract progetto SchedaValutazioneScheda di valutazione

Bando 2012 - Insieme Possiamo

Scheda progettoScheda progetto avviso reclutamentoAvviso reclutamento DomanadaAmmissioneDomanda di ammissione

Bando 2011 - Anni d'argento

GraduatoriaScheda progetto.

Storia

Il Servizio Civile Nazionale affonda le sue radici nella storia dell'obiezione di coscienza.

Nel 1972, sotto la spinta delle azioni di protesta di organizzazioni non violente e del crescente interesse dei cittadini e di un gran numero di giovani disposti ad affrontare il carcere pur di non prestare un servizio armato, il governo approvò la legge n° 772, "Norme in materia di obiezione di coscienza", che sanciva il diritto all'obiezione per motivi morali, religiosi e filosofici ed istituiva il servizio civile obbligatorio, sostitutivo di quello militare. L'offerta di servizio civile passa da poche decine di associazioni, nei primi anni '80, agli oltre 3.500 Comuni, alle decine di Università, alle oltre 200 Unità Sanitarie Locali, alle 2.000 associazioni locali di Terzo Settore, alla fine degli anni '90: il Servizio Civile diviene una risorsa sociale per il Paese.

Il 06 Marzo 2001 il Parlamento Italiano approva la legge n° 64 che istituisce il Servizio Civile Nazionale come servizio volontario aperto anche alle donne e alternativo al servizio militare:

Il 01 gennaio 2005, in seguito alla sospensione della leva militare obbligatoria (legge 23 agosto 2004 n° 226 ), il servizio civile diventa volontario e ammette le cittadine e i cittadini italiani dai 18 ai 28 anni (l'art. 3 comma 1 del d.lgs n°77 del 5 aprile 2002), che intendono effettuare un percorso di formazione nei settori dell'assistenza, della protezione civile, dell'ambiente, del patrimonio artistico e culturale, dell'educazione e promozione culturale, del servizio civile all'estero.

Gli enti di servizio civile nazionale devono garantire ai volontari un'autentica esperienza di crescita personale e di miglioramento delle loro capacità, devono comunicare in modo trasparente le proprie proposte ai giovani ed operare affinché l'impiego dei volontari risulti utile alla collettività ed efficiente in rapporto alle risorse pubbliche impiegate.